Rivista democrazia nelle regole

DNR Italia

Newsletter

captcha

I nostri Partners

 

ministero-interno

 

 

miur

UNAR

 

Laboratorio Pubblica Amministrazione

 

 

logo lape

 

sorella natura

 

noi cittadini
Associazione Fabrizio Procaccini Onlus
sintesi dialettica

forum cpv

A+ A A-

Evacuata la stazione Termini di Roma. Hanno visto un uomo camminare con un fucile... era un'arma giocattolo per il figlio #occhiaperti

 

Comments ()
28-01-2016 07:52
Pubblicato in I Attualità
Scritto da
Leggi tutto...

"...e predicare un anno di grazia del Signore".

Il Giubileo, l'anno di grazia, non è una invenzione della Chiesa.

Lo ha "predicato" Gesù stesso.

Gesù si manifesta come il più autentico libro della Legge fatto carne.

Un libro fatto di rotoli avvolti e affidati agli "inservienti", che bisogna aprire e saper leggere.

Al fine di diventare ministri, "servitori", della Parola.

E noi?

Siamo capaci di fissare gli occhi su di Lui?

Egli è la Luce.

La Luce che libera i prigionieri dal peccato.

La Luce che dona la vista e consente di fa affiorare dalle tenebre la Verità.

La Luce che libera gli oppressi dal giogo del male, accecando il maligno oppressore.

Questa Luce si accende in Galilea, terra di peccatori.

Perchè - con la Misericordia - si guariscono dapprima i malati più gravi...

 

 

Prologo

[1]Poiché molti han posto mano a stendere un racconto degli avvenimenti successi tra di noi, [2]come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni fin da principio e divennero ministri della parola, [3]così ho deciso anch'io di fare ricerche accurate su ogni circostanza fin dagli inizi e di scriverne per te un resoconto ordinato, illustre Teòfilo, [4]perché ti possa rendere conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto.

....

Gesù inaugura la predicazione

[14]Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito Santo e la sua fama si diffuse in tutta la regione. [15]Insegnava nelle loro sinagoghe e tutti ne facevano grandi lodi.

Gesù a Nazaret

[16]Si recò a Nazaret, dove era stato allevato; ed entrò, secondo il suo solito, di sabato nella sinagoga e si alzò a leggere. [17]Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia; apertolo trovò il passo dove era scritto:

[18]Lo Spirito del Signore è sopra di me;
per questo mi ha consacrato con l'unzione,
e mi ha mandato per annunziare ai poveri un lieto
messaggio,
per proclamare ai prigionieri la liberazione
e ai ciechi la vista;
per rimettere in libertà gli oppressi,
[19]e predicare un anno di grazia del Signore.

[20]Poi arrotolò il volume, lo consegnò all'inserviente e sedette. Gli occhi di tutti nella sinagoga stavano fissi sopra di lui. [21]Allora cominciò a dire: «Oggi si è adempiuta questa Scrittura che voi avete udita con i vostri orecchi». 

Comments ()
24-01-2016 13:44
Pubblicato in Giustizia
Scritto da
Leggi tutto...

bullismo fotogrammaDopo il caso di presunto cyberbullismo di cui è stata vittima la piccola Chiara che ha tentato il suicidio, è emersa l’importanza di un efficace sistema di prevenzione. "Urge una legge che miri alla prevenzione e all’educazione per il cyberbullismo" afferma all'Adnkronos Alessandra Gatto, esperto in Diritto di famiglia: "Una normativa volta alla salvaguardia dei minori e incentrata su un sistema che presti attenzione agli stessi minori coinvolti, siano essi vittime o autori dei comportamenti illeciti, rappresenterebbe certamente un passo importante nella lotta contro questo pericoloso fenomeno. E’ anche necessaria una legge che preveda misure sanzionatorie incisive per chi ponga in essere atti di cyberbullismo: assolutamente opportuna sarebbe l’individuazione di un reato specifico, perseguibile d’ufficio".

Ma il web è anche fonte di aiuto nei rapporti tra genitori e figli soprattutto "a seguito della disgregazione del nucleo familiare" prosegue Gatto. "Può infatti accadere - chiarisce l'esperto - che un genitore trasferisca la residenza in un luogo distante da quello in cui vive il minore: le conseguenze negative della lontananza possono essere attenuate dall’uso di questi mezzi che permettono al figlio di poter avere un contatto quotidiano, anche 'audiovisivo', con il genitore lontano favorendo il mantenimento di quel legame relazionale essenziale per lo sviluppo sereno ed equilibrato del minore".

Infatti, "la giurisprudenza ha valorizzato i mezzi di ripresa audio-visiva nel recupero del rapporto genitoriale: nel 2013 il Tribunale di Milano, al fine di realizzare il superiore interesse dei minori interessati - prosegue l'esperto - ha affermato che nell’ipotesi in cui si verifichi una difficile ripresa dei rapporti tra un genitore e i propri figli l’interazione audiovisiva in diretta tra i soggetti contemplati, realizzata mediante un collegamento Skype, può consentire un graduale riavvicinamento tra loro". Non solo, "il web viene oggi utilizzato frequentemente per la ricerca delle proprie origini: non di rado i figli adottivi vanno alla ricerca dei propri genitori biologici attraverso internet".

Con l'uso del web "emerge anzitutto il problema della tutela dei minori", sottolinea l'esperto che spiega: i minori "si servono della rete internet per acquisire notizie e per esprimere i propri pensieri e le proprie opinioni" quindi "si pone la necessità di una adeguata educazione alla rete telematica sia per la tutela dei minori stessi, evitando che diventino vittime dell’abuso di internet da parte di terzi, ma anche per evitare che i minori cagionino danni a terzi mediante tali strumenti".

Nel caso di un uso scorretto dei social network, ad esempio nei casi di cyberbullismo, da parte di minori a farne le spese sono i genitori: "Il legislatore - spiega Alessandra Gatto - sancisce, pertanto, una presunzione di colpa in capo ai genitori che dovranno dimostrare in giudizio l’assenza di una loro culpa in educando e culpa in vigilando. Con riferimento agli atti di cyberbullismo si deve affermare che le condotte aggressive e moleste del minore, attraverso internet, denotano di per sé una scarsa educazione e vigilanza da parte dei genitori: l’assenza di colpa diviene, in tali circostanze, difficile da provare".

"I genitori - chiarisce l'avvocato Gatto - dovranno dimostrare non solo di aver impartito al figlio un’educazione consona alle proprie condizioni socio-economiche, ma anche di aver adempiuto a quell’attività di verifica e controllo sulla effettiva acquisizione di quei valori da parte del minore. La verifica ed il controllo 'a posteriori' sono infatti strettamente connessi all’estrema pericolosità dell’uso del web: come affermato da Tribunale di Teramo nel 2012, il dovere di vigilanza dei genitori si sostanzia in una limitazione sia quantitativa che qualitativa dell’accesso ad internet al fine di evitare che quel potente mezzo divulgativo possa essere utilizzato dai minori in modo non adeguato".

Comments ()
23-01-2016 11:15
Pubblicato in I Attualità
Scritto da
Leggi tutto...

Come facciamo a trasformare un popolo di grandi personalità in un grande popolo? Dando valore alle norme e alle Regole

 

 

Comments ()
23-01-2016 00:12
Pubblicato in I Attualità
Scritto da
Leggi tutto...

Chi abusa di dosi massicce di cocaina autodistrugge i neuroni, "innescando un processo di autofagia, la cocaina distrugge le cellule del cervello che divora, sotto l'effetto di questa sostanza tossica, i suoi stessi neuroni in una sorta di atto cannibale". La scoperta è stata fatta da alcuni ricercatori americani

 

Comments ()
23-01-2016 00:09
Pubblicato in I Attualità
Scritto da
Leggi tutto...

Dicono che il freddo faccia bene, tempra. Invece il caldo rammollisce. Con i rammolliti non ci facciamo un #NuovoRisorgimentooItaliano

 

 

Comments ()
20-01-2016 15:08
Pubblicato in I Attualità
Scritto da
Leggi tutto...

Nozze apparentemente strane quelle raccontate da Giovanni.

Gli sposi neppure vengono menzionati.

Non se ne conoscono i nomi.

In realtà, ciascuno di noi è lo sposo o la sposa, il festeggiato.

Ciascuno di noi è lo sposo di Dio.

E Cristo è il Sacerdote di questo Santo sposalizio.

Quando manca il vino, l'allegria e l'accoglienza, Maria interviene.

Maria interviene per noi presso il Figlio, quando glielo chiediamo.

La risposta del Signore è quasi sgarbata: dice che non è ancora giunta la Sua ora.

Quale sarà la Sua ora?

Quando sarà inchiodato ad una Croce, nel pieno della Sua Passione per noi.

Quando sarà innalzato lassù, a due passi da sorella morte.

Vedrà sotto Maria e lo stesso Giovanni: e la Croce sarà il talamo delle nozze tra l'umanità e Dio.

Le "nuove nozze", verso la Resurrezione.

Non a caso, questo brano muove da un preciso riferimento temporale: "tre giorni dopo".

L'acqua serviva alle abluzioni dei Giudei, a scopo di purificazione.

Ma Cristo trasforma l'acqua in vino.

Trasforma l'alleanza tra Dio ed il Popolo eletto in una "nuova Alleanza": tra Dio e l'intera umanità.

Il vino verrà infatti a propria volta trasformato nel Suo Sangue benedetto, che scendendo dalla Croce ci purifica e ci santifica.

Accade, da allora, in ogni celebrazione Eucaristica.

E la nostra ora? Quando sarà?

Non importa in fondo, se viviamo in santità.

Quell'ora, tanto temuta, è infatti l'ora del vino buono.

Quello che, ancora una volta tutt'altro che a caso, arriva alla fine....

 

[1]Tre giorni dopo, ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c'era la madre di Gesù. [2]Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. [3]Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno più vino». [4]E Gesù rispose: «Che ho da fare con te, o donna? Non è ancora giunta la mia ora». [5]La madre dice ai servi: «Fate quello che vi dirà». 

[6]Vi erano là sei giare di pietra per la purificazione dei Giudei, contenenti ciascuna due o tre barili. [7]E Gesù disse loro: «Riempite d'acqua le giare»; e le riempirono fino all'orlo. [8]Disse loro di nuovo: «Ora attingete e portatene al maestro di tavola». Ed essi gliene portarono. [9]E come ebbe assaggiato l'acqua diventata vino, il maestro di tavola, che non sapeva di dove venisse (ma lo sapevano i servi che avevano attinto l'acqua), chiamò lo sposo [10]e gli disse: «Tutti servono da principio il vino buono e, quando sono un pò brilli, quello meno buono; tu invece hai conservato fino ad ora il vino buono». [11]Così Gesù diede inizio ai suoi miracoli in Cana di Galilea, manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui. 

[12]Dopo questo fatto, discese a Cafarnao insieme con sua madre, i fratelli e i suoi discepoli e si fermarono colà solo pochi giorni.

Comments ()
17-01-2016 12:33
Pubblicato in Giustizia
Scritto da
Leggi tutto...

smart1Le automobili sono nuove, belle e lucenti.

Ma, come sovente accade, 

il bello può nascondere il falso, 

palesandosi pseudo-bello.

Davvero c'è sotto la Magagna?

Quello che è certo è il contraccolpo negativo sui mercati azionari.

E sui risparmiatori...

Anche se non è uin trucco, per qualcuno è già stato comunque un barbatrucco...

Comments ()
16-01-2016 13:08
Pubblicato in I Attualità
Scritto da
Leggi tutto...

Adozioni Civili e non solo. Il commento del nostro Fondatore civ. Giulio Bacosi

 

 

Comments ()
16-01-2016 12:23
Pubblicato in I Attualità
Scritto da
Leggi tutto...

Una ragazza di 20 anni muore durante intervento per aborto volontario a Napoli. 
Due vite spezzate in un instante solo. Di chi è la responsabilità

 

Comments ()
13-01-2016 21:12
Pubblicato in I Attualità
Scritto da
Leggi tutto...

Pubblicazioni

Cittadino d' Italia

Cittadino d' Italia

Lezioni Giuridiche

Lezioni Giuridiche

Spigolature di Giurisprudenza (mensile)

Spigolature di Giurisprudenza (mensile)

Appunti per una Costituzione alla luce del Vangelo

Appunti per una Costituzione alla luce del Vangelo

Copyright 2001-2012 © Sodalitas - P.IVA 10240941004. Tutti i diritti riservati
powered by gogodigital.it - wide ict solutions
gogodigital realizzazioni siti web roma

Accedi or Registrati

LOG IN

Registrati

User Registration
or Annulla

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per le sue funzionalità.I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information