Rivista democrazia nelle regole

DNR Italia

Newsletter

captcha

I nostri Partners

 

ministero-interno

 

 

miur

UNAR

 

Laboratorio Pubblica Amministrazione

 

 

logo lape

 

sorella natura

 

noi cittadini
Associazione Fabrizio Procaccini Onlus
sintesi dialettica

forum cpv

A+ A A-

Per poter commentare devi prima Autenticarti oppure Registrarti

"Sforzatevi di entrare per la porta stretta..." Lc., 13, 24

La liturgia ci ripropone il tema del cammino.

Il Cristo è in cammino verso l'alto, verso Gerusalemme, quando viene interrogato sulla salvezza.

"Sforzatevi" è la prima parola pronunciata: non si entra senza fatica per la porta del Paradiso.

Essa è aperta a tutti, ma per superarla è necessario sforzo, impegno diuturno.

Ciascuno, per poterla varcare, deve sagomarla su sé stesso.

Meglio: ciascuno deve sagomare sé stesso, vincendo l'egoismo e l'ingiustizia che sovente ne scaturisce.

Chi si nutre solo del proprio ego, resta fuori dalla porta per sempre.

Non appartiene alla città della giustizia infatti chi ha sempre e solo pensato a tararsi sul proprio "io".

Sono in tanti quelli che sanno sagomarsi sulla porta stretta.

Verranno da ogni dove: sud, nord, est, ovest.

Ma non sono forse pochi coloro che non sanno farlo: gli operatori di ingiustizia rimasti fuori.

Del resto, sovente su questa Terra si diventa primi a prezzo di ingiustizie.

Finendo ultimi nel Cielo.

Meglio dunque secondi (o ultimi) su questa Terra.

E primi in Cielo.

 

La porta stretta, il rigetto dei Giudei infedeli e la chiamata dei pagani

[22]Passava per città e villaggi, insegnando, mentre camminava verso Gerusalemme. [23]Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?». Rispose: [24]«Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, vi dico, cercheranno di entrarvi, ma non ci riusciranno. [25]Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: Signore, aprici. Ma egli vi risponderà: Non vi conosco, non so di dove siete. [26]Allora comincerete a dire: Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze.[27]Ma egli dichiarerà: Vi dico che non so di dove siete. Allontanatevi da me voi tutti operatori d'iniquità! [28]Là ci sarà pianto e stridore di denti quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio e voi cacciati fuori. [29]Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. [30]Ed ecco, ci sono alcuni tra gli ultimi che saranno primi e alcuni tra i primi che saranno ultimi».

Pubblicazioni

Cittadino d' Italia

Cittadino d' Italia

Lezioni Giuridiche

Lezioni Giuridiche

Spigolature di Giurisprudenza (mensile)

Spigolature di Giurisprudenza (mensile)

Appunti per una Costituzione alla luce del Vangelo

Appunti per una Costituzione alla luce del Vangelo

Copyright 2001-2012 © Sodalitas - P.IVA 10240941004. Tutti i diritti riservati
powered by gogodigital.it - wide ict solutions
gogodigital realizzazioni siti web roma

Accedi or Registrati

LOG IN

Registrati

User Registration
or Annulla

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per le sue funzionalità.I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information